AVVISO IMPORTANTE

FareProgresso sarà aggiornato fino alla fine del mese di luglio 2011. A causa di segnalazioni e boicottaggi è stato attivato FareProgressoReloaded, che a partire da agosto sarà l'unica finestra disponibile.
Grazie e Buona Continuazione

Enea Melandri

giovedì 25 novembre 2010

Uno Slogan inadeguato contro la Violenza sulle Donne

Il 25 novembre è stata proclamata Giornata Internazionale Contro la Violenza sulle Donne. Una causa importantissima, per combattere un fenomeno disumano e terribile.
Ma in Cile smacchiano il latte col caffè, scegliendo uno slogan da osteria che tra le righe incoraggia ad un'altra forma di violenza, quella verso gli omosessuali.

"Chi picchia una donna è frocio", questa la frase scelta da Carol Schmidt Zaldivar, il ministro del Servizio Nazionale Femminile, per promuovere l'iniziativa.
In molti sollevano il dubbio che cercare di fermare un tipo di violenza promuovendone un altro non possa essere un mezzo accettabile. Lo stato cileno sta proponendo un'immagine negativa dei gay, 'qualcosa' che dovrebbe generare ribrezzo nei violenti.
Il gruppo 'Soy Hombre Soy Mujer' sottolinea come quel messaggio non stia facendo altro che incrementare l'omofobia, considerando che negli ultimi anni si sia già registrato un aumento del 600% dei casi di violenza nei confronti degli omosessuali nel paese.
E' stata creata anche una raccolta di firme per chiedere al ministro di pensare ad una nuova campagna a sostegno della sua nobile causa, ma tenendo in considerazione il rispetto verso altre minoranze: ogni categoria di cittadino cileno dovrebbe essere tutelato dalla violenza, sia esso donna, bambino, gay, compresi gli uomini.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento